Cosa fare all'Argentario...?

Sono di Roma, ma amo l'Argentario, per chi non lo conosce... qualche utile informazione.

Quanti possono dire di conoscere veramente l'Italia? ottomila chilometri di coste, montagne, colline e campagne incontaminate, città d'arte, borghi medioevali e rinascimentali, insomma un mix di natura, storia e tradizione invidiato in tutto il mondo.
Eppure noi italiani, spesso, cerchiamo l'esotico, l'avventura in terra straniera, ignorando luoghi meravigliosi del nostro bel paese.
La bassa Toscana, con la Maremma e il promontorio del Monte Argentario ne sono un esempio tipico.

La posizione di questa zona del territorio italiano è leggermente isolata dalle grandi città, circa 130 chilometri da Roma e 180 chilometri da Firenze, per questo all'Argentario non si va per una scampagnata di poche ore, e forse proprio per questo la sua natura è rimasta incontaminata.

Anche in estate, rispetto ad altre località di mare, l'affluenza dei turisti è limitata, i suoi paesi sono rimasti come decenni fa, semplici e caratteristici.

Porto Ercole, Porto Santo Stefano, Orbetello, sono i centri abitati dell'Argentario e competono tra loro non per crescere di dimensioni, ma per rimanere intatti come una volta.

La differenza è tutta qui!, non ci sono spiagge con interminabili file di stabilimenti ma calette nascoste con acqua cristallina nascoste tra rocce a strapiombo.

Non ci sono folle di turisti che invadono i centro città, ma lungomare e piccole piazze dove la gente si ritrova con antica cordialità.
Non ci sono negozi di souvenir ad ogni angolo di strada, non ci sono porti commerciali e non esistono palazzi o grattacieli a deturpare il paesaggio.

Tutto è nella giusta misura, a misura di uomo.

Tuttavia, il turista che decide per una vacanza piacevole, rilassante e a contatto con la natura, troverà nella Maremma e Comune di Monte Argentario la massima espressione di quell'Italia raccontata nelle cartoline, nei depliant delle agenzie di viaggio, ma senza le soprese spiacevoli di molti altri luoghi italiani intensamente turistici.

Molte zone della Maremma e del Monte Argentario sono aree protette, arrivando all'Argentario si tocca subito con mano quanto la natura sia protetta e avvolgente nella sua bellezza, appena prima di entrare nel paese di Orbetello, si percorre una strada il cui panorama si svolge sulla laguna di Orbetello, e facendo attenzione si possono scorgere gruppi di Fenicotteri rosa che riposano o volano a poca distanza dalla strada.

La strada circumnaviga il centro di Orbetello per poi arrivare ad una fettuccia che taglia in due la laguna, acqua sia a destra che a sinistra della strada, davanti a noi il monte Argentario che con i suoi 635 metri domina tutto i territorio. 

La strada poi si biforca, a destra per Porto Santo Stefano e a sinistra per Porto Ercole il più piccolo dei due, ma per questo più caratteristico.

Esiste una strada panoramica che copre tutta la circonferenza del promontorio, ma putroppo (oppure no...) a circa metà del percorso diventa sterrata e per questo non è molto frequentata, è il punto forse più suggestivo di tutto il percorso.
Ma cosa si può fare all'Argentario, cosa si può vedere?

Non è facile trovare un riepilogo delle attività, attrazioni e luoghi da visitare all'Argentario, ma credo che il turista amante della natura possa trovare ottimi motivi per soggiornare per molti giorni, con grande soddisfazione.

Abbiamo cercato di raccogliere un piccolo elenco di luoghi da visitare...
 
  • La laguna di Orbetello con il suo centro del WWF, dove si possono effettuare visite guidate.
  • La grotta del Granduca o degli stretti, grotta carsica non organizzata, alla portata di tutti è visitabile contattando dei speleologi con cui collaboriamo
  • I tomboli della Giannella e della Feniglia, che delimitano la Laguna di Orbetello a nord e a sud e la separano dal mare.
  • La spiaggia e la pineta della Feniglia, dove si trova una stele a memoria della morte di Michelangelo Merisi detto "il Caravaggio". 
  • PORTO ERCOLE suggestivo borgo marinaro con la sua rocca e il quartiere spagnolo. 
  • PORTO SANTO STEFANO con il suo bellissimo lungomare e la Fortezza Spagnola (da qui partono i traghetti per l'Isola del Giglio).
  • Forte Stella, che si raggiunge percorrendo la strada Panoramica sopra Porto Ercole e da cui si gode un panorama superbo.
  • TALAMONE - a nord prima di arrivare all' Argentario, è circondato da mura medievali ed è piacevole per passarci qualche ora.
  • ANSEDONIA – a pochi chilometri a sud verso Roma, ha un bellissimo promontorio, ma il modo migliore per vederlo è dal mare, magari dalla nostra barca...
  • TREKKING ATTRAVERSO IL PARCO DELLA MAREMMA - vi si accede dal Centro Visite di Alberese. 
  • Le grotte a mare, molte grotte sono presenti lungo la costa dell'Argentario e di Ansedonia, ma sono accessibili solo dal mare dunque per vederle contattateci, organizzeremo una escursione con la nostra barca.
Fabio Comandante di Sirius
Crociera Romantica in Toscana