MAL DI MARE

alessia in barca2.jpg

Il mal di mare è causato dall’interazione fra gli organi dell’equilibrio, il sistema visivo, quello tattile e il cervello.

Mentre la barca si muove e "dondola", il nostro cervello non riesce a riconciliare I messaggi che riceve.

E’ sovra stimolato da informazioni contrastanti causate dalle continue accelerazioni e decelerazioni.

Il risultato è che il cervello giunge alla conclusione che si tratta di un avvelenamento!

Induce dunque il corpo al vomito per liberarsi delle sostanze nocive che immagina siano state ingestite.

E’ quindi un riflesso istintivo di sopravvivenza, purtroppo inutile, perché ovviamente il vomito non risolve in alcun modo la situazione.

COME EVITARLO.

Evitare il mal di mare è possibile e sicuramente ci sono molti aspetti che possono migliorare o peggiorare la situazione.

Mi piace partire dall'aspetto psicologico...

Spesso il mal di mare lo abbiamo prima di salire... nel senso che la preoccupazione, l'ansia di salire su una barca ci predispone al malessere.

Questo capita di solito a chi lo fa per la prima volta, ma anche se siamo già stati su una barca, l'approccio è quello di arrivare in uno stato di calma e tranquillità, evitate dunque caffè e sostanze eccitanti.

Una volta a bordo è importante continuare ad essere sereni, la barca avrà il suo naturale dondolio - qualunque barca lo avrà, grande o piccola che sia, voi dovrete ignorarlo... meglio ancora assecondarlo, come su una giorstra, una sedia a dondolo, facendovi cullare.

MEDICINALI

Vi sono medicinali che agiscono riducendo la sensibilità degli organi dell’equilibrio.

I medicinali funzionano, ma di solito chi li dovrebbe prendere si dimentica di farlo per tempo, rendendoli meno efficaci.

Causano anche sonnolenza e spesso ci si ritrova un po "rallentati" ma tranquilli.

I farmaci da banco o da automedicazione in questione sono:

  • Xamamina compresse o gomme masticabili. Principio attivo: Dimenidrinato

  • Transcop-Cerotti. Principio attivo: Scopolamina

  • Geffer-Granulato. Principio attivo: Metoclopramide/Dimeticone/Potassio Citrato/Acido Tartarico/Acido Citrico

Anche lo Zenzero è efficace, il primo rimedio che offriamo ai nostri ospiti è un bicchiere di acqua con Zenzero macinato, si solito è sufficiente.

 

RIDURRE LA CONFUSIONE...

Evitare di stare in cabina o all'interno della barca.

Posizionarsi nel punto all'esterno più basso rispetto al livello del mare.

Sdraiati è meglio.

Guardare l'orizzonte o dove si dirige la barca, cercando con l'occio dei punti fissi, è meglio.

Anche il passare del tempo aiuta, il cervello man mano si abituerà alla situazione anomala considerandola sempre più normale.

CAPIRE CHI STA PER SOFFRIRE IL MAL DI MARE.

Di solito ci si vergogna, chi inizia ad avere nausea non sempre lo dice subito... sarà stato il panino con il salame...? troppo vino..., ora passerà, fino a quando è troppo tardi...

Il trucco per non stare male, è seguire i consigli di chi ha più esperienza... IN QUESTA SEQUENZA.

IN SINTESI COME COMPORTARSI.

1) rilassati, ma davvero, pensa che stai facendo una esperienza meravigliosa e fuori dal comune, approfittane!.

2) sdraiati e rilassati, oppure chiedi di guidare la barca e guarda l'orizzonte davanti a te... si, si può!

3) non pensare al movimento della barca, anzi assecondalo, parla, canta, ridi, fai un tuffo in acqua!.

4) mangia un cibo secco e bevi qualcosa di alcolico (poco).

5) Basta, ho capito di star male... ma aspetto, posso ancora resistere...

 

 NO!, chiedi subito un bicchiere di acqua e Zenzero o un medicinale, abbiamo sempre a bordo una gomma antinausea tipo Travel Gum, prendila subito, appena senti la nausea, ti eviterà di rovinarti la giornata e dimenticherai il mal dimare.... sarai leggero, leggero e rilassato ;)